Forti & Liberi 77-76 Inzago

pubblicato in: Serie D | 0

Dopo un calendario sulle prime cinque partite tra i più complicati per i Pinguini di coach Sacchi arriva la trasferta di Monza contro la storica società Forti & Liberi.

Potrebbe sembrare una partita più semplice per via della classifica dei bianconeri, ma è tutt’altro che una partita scontata, esperienza e fisicità più tutte le partite giocate punto a punto sono un biglietto da visita importante e da non sottovalutare.

I Pinguini partono a razzo, contropiedi e attacchi in campo aperto spaccano subito il match con un parziale di 11-2. Poi qualcosa comincia a non girare, la pressione non è fatta con la mentalità giusta e una percentuale ai liberi indegna (0/5) rimette in partita subito i padroni di casa per il 14-11, Ciancio smista assist per Cogliati e Conca e si va in panchina sul 21-16.

Nel secondo quarto le Forze Vive faticano a trovare la via del canestro e dall’altra parte la difesa concede troppo, la zona monzese entra nella testa dei Pinguini, 25-24, timeout Sacchi per rimettere a posto le cose, ma uno 0/7 da tre e 3/6 da due e sempre troppi pochi liberi messi a segno mettono davanti i bianconeri che vanno al riposo sul 38-32 con Galimberti a farla da padrone nel pitturato.

Nel terzo quarto arriva finalmente una reazione sulla spinta di Conca e Cogliati, il primo con penetrazioni che spaccano la difesa a zona avversaria, il secondo con tre triple importantissime per tenere vivi i suoi.

Mettiamo il naso avanti nel punteggio, ma ancora una volta dopo un break riusciamo a rimettere in partita gli avversari con troppa facilità, si va all’ultima pausa sul 57-57.

Nel quarto decisivo non c’è del bel gioco, tante palle perse, Forti & Liberi va avanti sulla spinta di un paio di bombe di Colella che fanno male, in attacco la coppia Cristofori-Morse prende in mano la squadra mettendo a segno dieci punti in fila, due triple di Cogliati e siamo ancora lì pronti a giocarcela fino alla fine.

Sul meno tre Brusamolino anticipa e corre in contropiede appoggiando al ferro. Nell’azione successiva, quando mancano 40″ alla fine, ancora Brusamolino recupera il pallone, ma cercando di lanciare il compagno in contropiede lo regala agli avversari, una palla persa che fa male perché sugli sviluppi successivi Galimberti (27 totali per lui e un dominio nel pitturato) segna da sotto.

L’ultimo possesso è per i Pinguini, ma l’arresto e tiro di Ciancio non va a segno, si recrimina un fallo, ma bisogna essere onesti nel dire che per il metro arbitrale durante il match quello non è mai fallo.

Si torna a casa senza due punti, con un’altra sconfitta in extremis e di una sola lunghezza, con troppi pochi liberi segnati e con troppi pochi rimbalzi in attacco, solo 7. Numeri che quando la giornata non gira come deve fanno male e su cui bisognerà lavorare duramente da qui alla fine, una sola parola: DEFENSE!

16-21, 38-32, 57-57, 77-76

Forti & Liberi:

Forti e Liberi: Manelli 2, Brambilla 11, Gallucci 1, Brunetti 2, Galimberti P. 27, Colella 17, Milani 4, Pironato 5, Carelli 8, Vigilante n.e, Galimberti A. n.e

Inzago: Cristofori 18, Morse 12, Nitti, Passerini 5, Ciancio F., Motta 2, Conca 13, Pirovano, Brusamolino 3, Ciancio T. 5, Cogliati 18