Inzago 83-75 Carate

pubblicato in: Serie D | 0

Big match al PalaPinguino, sul linoleum blu e arancione arriva Masters Carate che guarda tutti dall’alto a punteggio pieno insieme a Segrate.

La partita si preannunciava punto a punto con una lotta tattica tra i due allenatori e così è stato per tutti i 40′.

Il primo quarto è di marchio Forze Vive, buon inizio col quintetto base, assist dal palleggio di Passerini per Morse che da sotto appoggia per 14 punti tutti nel pitturato. La tripla di Cristofori apre le danze dall’arco, poi però Inzago si rifugia solo in questa soluzione senza metterne una negli ultimi 3′ della frazione e Carate ritorna sotto sfruttando alcune palle perse di troppo dei padroni di casa.

Il secondo quarto riparte dal 19-12, Inzago sembra contratta, in attacco la difesa di Carate riempie l’area e sfida al tiro e i Pinguini si fanno condizionare da questa scelta evitando di andare spalle a canestro anche coi piccoli e con troppe sbavature.

A risvegliare gli animi ci pensa Passoni che con la sua penetrazione mancina conclude al ferro in layup. Dall’altra parte sono Passero e Redaelli a chiudere il gap per il 31-30 della seconda sirena.

Si ritorna in campo più carichi e con voglia di azzannare la partita alzando l’intensità in difesa e cercando collaborazioni di squadra in attacco.

Passerini trova subito due penetrazioni di cui una con fallo, Brusamolino non fallisce dalla sua piastrella dalla media e Morse si inventa un jumper in uno contro uno, c’è il break!

Anche Ciancio senior tira fuori dal repertorio alcune giocate di esperienza e Cristofori chiude il momento magico dei Pinguini con un gioco da quattro punti che porta i ragazzi di coach Sacchi sul 63-49.

L’ultimo quarto vede i nostri subito in bonus, Carate dalla lunetta non sbaglia e accorcia le distanze con una tripla di Galbiati che entra in striscia e porta i suoi a soli dieci punti di distacco.

L’espulsione di Redaelli concede libero e palla ai Pinguini, Bindellini realizza, ma subito dopo una sanguinosa palla persa regala contropiede con fallo e canestro a Carate, che non molla e tenta in tutti i modi di rimettersi in carreggiata.

Negli ultimi minuti Carate torna sotto a -6, ma ci pensano Morse con un altro jumper dalla lunetta e Cogliati con una “Navarrata” a chiudere il match 83-75!

Capolista battuta e complice la sconfitta di Segrate ora ci si ritrova in quattro squadre in testa alla classifica, siamo dove volevamo essere, applicando le nostre regole in difesa, coinvolgendo tutti in attacco dando spazio al talento dei singoli, gran partita e PalaPinguino in piedi per i ragazzi!

Ora due trasferte di fila per confermare quanto di buono visto ieri sera!

19-12, 31-30, 63-49, 83-75

INZAGO: Cristofori 11, Marra, Morse 20, Passerini 12, Ciancio F. 5, Passoni 4, Bindellini 1, Conca 7, Brusamolino 8, Ciancio T. 11, Cogliati 4

CARATE: Galbiati A. 13, Pozzi 0, Trifiro’ ne, Sarubbi 0, Villa T. 1, Molteni 8, Giuffre’ 7, Galbiati P. 13, Redaelli 11, Oliva 9, Passero 13