Inzago 91-89 Biassono

pubblicato in: Serie D | 0

Prima partita in casa per i Pinguini di coach Sacchi, è il giorno della Festa del Paese e tra le vie inzaghese c’è fermento.

C’è da riscattare la sconfitta al fotofinish contro Malaspina e l’approccio iniziale non è affatto male con Ciancio Jr in cabina di regia e un Passerini ancora sugli scudi dopo la buona prestazione della scorsa settimana.

Poi però succede qualcosa e la difesa comincia a ballare a destra e sinistra, Inzago diventa fallosa, si fa dominare nel pitturato dall’energia degli avversari e va sotto nel punteggio 25-22 alla prima sirena.

Nel secondo quarto la musica non cambia, i Pinguini sembrano in bambola sotto il bombardamento dall’arco di Carmagnola & Company! C’è da mettere a posto diverse cose, ma quello che manca è l’attenzione e un po’ di coesione, da soli non si va da nessuna parte.

All’intervallo il tabellone segna 55-44 per gli ospiti e Sacchi nello spogliatoio carica i suoi per un secondo tempo di tutt’altro livello, soprattutto in difesa.

Step by step e senza fretta Inzago piazza diverse buone azioni nella propria metà campo, non riesce a capitalizzare i contropiedi come vorrebbe ma due triple di Cogliati e un Brusamolino finalmente in bolla riportano i padroni di casa sotto nel punteggio.

Tra le migliaia di fischi del duo arbitrale c’è anche un tecnico alla panchina inzaghese che culmina con l’espulsione di coach Sacchi. Biassono non trasforma i liberi e coach Lafragola prende in mano le redini della squadra insieme a Leonardi.

Questa scossa probabilmente accende un fuoco perché da quel momento i Pinguini sono finalmente Squadra, sono finalmente quello che dovrebbero essere sempre, un gruppo che quando è nella merda si mette a spalare senza puntare il dito contro nessuno, ma cercando di raggiungere l’obiettivo di squadra, insieme.

L’ultimo quarto è quello che il pubblico del PalaPinguino vorrebbe sempre vedere e infatti si accendono anche gli spalti per il rush finale. Biassono fatica a costruire ma nel finale trova la via del canestro con due triple che la riportano in parità a 13″ dalla fine.

Time-out Inzago, si disegna la rimessa laterale per un tiro allo scadere ed evitare l’overtime, ci pensa Marra a sfruttare il blocco e attaccare 1vs1, potrebbe scaricare in angolo per capitan Stigliani, ma opta per un difficile jumper dalla media che brucia la retina lasciando solo 2″ a Biassono per in tiro disperato che non va a segno!

Inzago porta a casa la vittoria e i due punti e nello spogliatoio si festeggia con la paciarella!

Parziali 22-25, 44-55, 69-71

Forze Vive Inzago: Cristofori 9, Marra 9, Morse 12, Stigliani 2, Nitti, Passerini 14, Ciancio F. 4, Passoni 3, Brusamolino 14, Ciancio T. 10, Cogliati 14. All. Sacchi

Basket Biassono: Foschini 6, Pirola 10, Carmagnola 16, Deserti, Leggiero 13, Beretta 15, Casati, Carrara, Sala 17, Magni 9, Giraldo 2, Rizzardi 1. All. Riboldi